Il traghetto della memoria Un pezzo della nostra storia torna in vita ad Ellis Island

Redazione Redazione

Abstract


Lo spaventoso aumento del flusso migratorio che si registrò a cavallo tra la fine del IX° e l’inizio del XX° secolo, portò gli Stati Uniti ma principalmente l’amministrazione di New York, meta privilegiata dagli emigranti, a dover investire sempre
più risorse da dedicare ad infrastrutture per l’accoglienza ed il
controllo delle migliaia di persone che continuavano a riversarsi in tutto il paese. Ingresso comune per questo esercito di disperati era Ellis Island, una piccola isola situata
appena al largo della costa di New York. Dopo la chiusura del centro di accoglienza di Ellis Island, nel 1954, l’isola versò in stato di abbandono fino al 1962, quando l’NPS (National Park Service) ottenne finalmente di amministrare le sorti di questo storico luogo di frontiera; da quel momento seguirono numerosi progetti di riqualificazione fino a giungere al
2002, quando l’NPS stanziò i fondi affinché ci si impegnasse su di un altro progetto, questa volta dedicato al traghetto Ellis Island.


Parole chiave


rilievi; GPS; NPS

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.