Archivio

2018

Copertina

V. 1, N. 1 (2018): GEOmedia 1 2018

In copertina una immagine della serie GT di stazioni totali robotiche Topcon, che rappresenta una soluzione ridotta nelle dimensioni, ma ad elevate prestazioni. Una soluzione di posizionamento ibrido in un sistema compatto più piccolo di un terzo e due volte più veloce.


2017

Copertina

V. 21, N. 6 (2017): GEOmedia 6-2017

In copertina il rendering in alta qualità di una simulazione oceanica a scala globale basata sulla griglia geodetica. La striscia colorata indica la forza di vorticità dell'oceano simulata in base a un nuovo modello globale oceanico (MPASOcean) in grado di utilizzare una risoluzione avanzata basata su diverse griglie ad alta risoluzione da 15 km a 7,5 km. I risultati della simulazione vengono confrontati con l'altimetria della superficie del mare osservata e i movimenti delle correnti.

Immagine di Jinrong Xie - Own work, CC BY-SA 4.0,
https://commons.wikimedia.
org/w/index.php?curid=62855811

Copertina

V. 21, N. 5 (2017): GEOmedia 5-2017

In copertina una delle immagini aeree scattate durante la seconda Guerra Mondiale della Rpyal Air Force inglese che oggi fa parte della raccolta di circa 800.000 immagini custodite nella Aerofototeca Nazionale dell'Istituto per il Catalogo e la Documentazione del MiBACT.

Copertina

V. 21, N. 4 (2017): GEOmedia 4-2017

In copertina l'immagine del lancio dell'Unmanned Aerial Vehicule (UAV) eBee di Sensefly che si allontana nel cielo, pronto ad iniziare il proprio lavoro.

Copertina

V. 21, N. 3 (2017): GEOmedia 3-2017

On the cover an image of Autonomous Driving. Significant advancements in satellite-based positioning are contributing to the development of better transport services and new
applications for safe transport and smart mobility. With its flexibility, fast growing capability, low infrastructure
costs and long-term sustainable use, GNSS is an important asset in the design of new Intelligent Transport
System (ITS) infrastructures.
Significant advancements in satellitebased positioning are contributing to the development of better transport
services and new applications for safe transport and smart mobility. With its flexibility, fast growing capability,
low infrastructure costs and longterm sustainable use, GNSS is an important asset in the design of new Intelligent Transport System (ITS) infrastructures.

Copertina

V. 21, N. 2 (2017): GEOmedia 2-2017

In copertina l’immagine del Golfo di Napoli catturato dal satellite Copernicus Sentinel-2B, acquisita il giorno 12/06/2017 alle ore 10:46 am.

Quest’immagine acquisita via laser è una delle prime rilasciate attraverso Alphasat (chiamato anche Inmarsat-4A
F4), il satellite per telecomunicazioni di proprietà congiunta di Inmarsat e dell'Agenzia Spaziale Europea.

L’immagine è il risultato dei due satelliti che usano i loro strumenti di comunicazione ottica via laser per un rilascio veloce. Un ingrediente essenziale per le applicazioni quali quelle di risposta ai disastri.
Copyright and process ESA, CC BY-SA 3.0 IGO

Copertina

V. 21, N. 1 (2017): GEOmedia 1 - 2017

In copertina una raffigurazione degli ultimi quattro satelliti Galileo 15-18 lanciati nel 2016. Rilasciati dal lanciatore Ariane 5 che li ha portati in orbita tutti insieme a 22.900 km di altezza, vennero sganciati due alla volta e con manovre successive portati nella loro posizione di lavoro. Copyright ESA–P. Carril


2016

Copertina

V. 20, N. 6 (2016): GEOmedia 6-2016

In copertina una rappresentazione della mappa del rischio di impatto potenziale del cinghiale in formato raster, circa il
comprensorio di Lucca.

Copertina

V. 20, N. 5 (2016): GEOmedia 5-2016

In copertina una porzione di mappa di classificazione elaborata nell’ambito del Copernicus Emergency
Management System nell’area di Arquata derivata dal confronto di immagine aerofotogrammetrica
pre-evento, ortofoto 20 cm di risoluzione elaborata dal consorzio TeA (e-GEOS, CGR, Aerodata Italia) e immagine satellitare post evento Pleiades 1-A CNES acquisita il
30/10/2016 09:59 UTC nell’ambito del progetto COPERNICUS dall’Unione Europea e ESA. I colori attribuiti agli edifici definiscono il grado di danneggiamento come indicato nella seguente legenda.

Copertina

V. 20, N. 4 (2016): GEOmedia 4-2016

In copertina uno dei software da campo per assistenza al lavoro dei rilevatori e dei topografi, mostrato in azione durante il Forum dell’Innovazione delle tecnologie geomatiche, il TECHNOLOGY for ALL 2016, su piattaforme
per tablet quali Android e Windows Mobile.

Copertina

V. 20, N. 3 (2016): GEOmedia 3-2016

In copertina un'immagine satellitare dal satellite IKONOS
presa il 15 settembre 2004, con risoluzione 0.8 metri.
Nell'immagine sono apprezzabili le TADCO (Tabuk Agricultural Development Company) Farm, una delle più grandi aziende agricole del Medio Oriente, Tabuk, Arabia Saudita.

Copertina

V. 20, N. 2 (2016): GEOmedia 2-2016

In copertina una ricostruzione tridimensionale in realtà virtuale del Piano Nobile del Palazzo del Quirinale creata dalle società italiane Geocart e Digital Lighthouse con le più innovative tecniche del Digital Heritage.

Copertina

V. 20, N. 1 (2016): GEOmedia 1-2016

In copertina un'immagine della casa "Spirent Solutions for the Automotive Industry". Fra i Servizi wireless, il cui fondamento è la connettività, rientra anche e sopratutto il sistema eCall. Ogni automobile ne sarà predisposta a partire dall'aprile 2018. L'iniziativa paneuropea è stata progettata per accelerare i tempi di risposta circa la gestione delle emergenze stradali. Questi dispositivi favoriranno la riduzione dei decessi sulle strade europee.
(Credits: Spirent)


2015

Copertina

V. 19, N. 6 (2015): GEOmedia 6-2015

In copertina un'immagine del rilievo della Diga di Ridracoli. L'operatore e l'APR collaborano al rilievo dell'imponente struttura.

Copertina

V. 19, N. 5 (2015): GEOmedia 5-2015

In copertina il nucleo di lavoro di Galileo, il sistema di navigazione satellitare indipendente in Europa, già posizionato ed attivo. La completa costellazione Galileo sarà composta da 30 satelliti lungo tre piani orbitali in orbita terrestre media (tra cui due di riserva per ogni orbita). Il risultato sarà la più grande flotta europea di satelliti.
                                                   

(Credits: ESA)

Copertina

V. 19, N. 4 (2015): GEOMEDIA 4-2015

In copertina un’immagine acquisita da autovettura nell’autunno 2014 nel centro storico di Trento con
piattaforma RIEGL VMX-450. La nuvola di punti acquisita
con Mobile Mapping System rappresenta la mappa di altezza
all’interno della area storica.

Copertina

V. 19, N. 3 (2015): GEOmedia 3-2015

In copertina un'immagine di una recente Conferenza INTERGEO.
Quest’anno INTERGEO si terrà a Stoccarda dal
15 al 17 settembre.
L'ordine del giorno è ricco di argomenti interessanti che sono al centro del dibattito politico in corso sul mondo digitale e che svolgeranno un ruolo fondamentale nel plasmare il nostro modo di lavorare nel futuro. Con discorsi
programmatici e conferenze plenarie in inglese e traduzione simultanea prevista per un solo filo conduttore del convegno nel secondo giorno, è chiaro che INTERGEO sta diventando sempre più importante a livello internazionale.

Copertina

V. 19, N. 2 (2015): GEOmedia 2-2015

In copertina la mappatura dei cambiamenti a terra tramite immagini satellitari (change detection) realizzata con immagini TerraSAR-X nel Porto di Baltimora, Stati Uniti.
Si tratta di una immagine Radar a risoluzione di 1 metro presa il 12/08/2009 e confrontata il 14/09/2009.
Modalità di acquisizione: SpotLight alta risoluzione
Modo di polarizzazione: HH Copyright: DLR e.V. e Airbus DS Geo GmbH.

Copertina

V. 19, N. 1 (2015): GEOmedia 1-2015

In copertina un'immagine di 3 studenti che effettuano un rilievo nell'ambito del corso di "Tecnico superiore esperto in costruzioni in ambito portuale, costiero, fluviale e lacustre" comunemente denominato "Geometra del mare". 

Credits: geometradelmare.it


2014

Copertina

V. 18, N. 6 (2014): GEOmedia 6-2014

L’immagine di copertina è direttamente relazionata allo stato di stallo in cui versano gli Open Data in Italia. In questo numero si parlerà in particolare di Open Geo Data con numerosi contributi sulle capacità e potenzialità del relativo mercato. Foto di Sergey Nivens 

Copertina

V. 18, N. 5 (2014): GEOmedia 5-2014

In copertina un'immagine acquisita dal satellite Landsat-8 che mostra le strutture sottomarine del Great Bahamas Bank. Si può chiaramente osservare dove le acque superficiali scendono in profondità all'interno di un'area scura nota come Tongue of the Ocean. La fossa ha avuto origine durante l'ultima Era Glaciale, quando il territorio era ancora al di sopra del livello del mare e per questo esposto all'erosione determinata dal drenaggio delle acque piovane.
Una volta che l'Era Glaciale ebbe fine si verificò di conseguenza lo scioglimento dello strato di ghiaccio globale: il livello del mare si innalzò e le acque inondarono la fossa.

Copertina

V. 18, N. 4 (2014): GEOmedia 4-2014

In copertina una suggestiva immagine di rilievo Lidar realizzato con sistema RIEGL VMX-250 relativo ad una infrastruttura ferroviaria. I sistemi Lidar trasportati sono in grado di acquisire elevate quantità di punti tridimensionali anche da supporti in movimento.

GEOmedia 3 2014

V. 18, N. 3 (2014): GEOmedia 3-2014

L’immagine di copertina è stata scattata dall'astronauta dell'ESA André Kuipers dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ed è stata la prima mostrata al ISS Symposium 2012 a Berlino. E' visibile l'ex divisione tra Berlino Est e Ovest.

GEOmedia 3-2014 è anche sfogliabile online a questo link

Copertina

V. 18, N. 2 (2014): GEOmedia 2-2014

L'immagine di copertina non è una foto aerea ma è derivata da un DSM del centro storico di Trento prodotto da immagini aeree (volo Terra Messflug GmbH con camera Vexcel Ultracam-Xp, 10 cm GSD) - Copyright FBK Trento.

GEOmedia 2-2014 è anche sfogliabile online a questo link

Copertina

V. 18, N. 1 (2014): GEOmedia 1-2014

In copertina un collage di immagini dal satellite ERS-2.I satelliti ESA ERS-1 e ERS-2 hanno raccolto una vasta quantità di preziosi dati inerenti le superfici terrestri, gli oceani, le calotte polari e gli è stato richiesto di monitorare le catastrofi naturali quali inondazioni o terremoti gravi in zone remote del mondo.

GEOmedia 1-2014 è anche sfogliabile online a questo link


1 - 25 di 118 elementi     1 2 3 4 5 > >>