LA VALORIZZAZIONE TECNOLOGICA DEI BENI CULTURALI

Stefano Monti, Michele Trimarchi, Valentina Fossati, Federica Gandolfo

Abstract


Ogni frammento è testimone di un passato che in esso è racchiuso. Spesso però il suo essere degradato ne compromette la leggibilità. L’esigenza di ‘capire’ al fine distudiare ed intervenire in modo corretto sull’opera ha bisogno del duplice supporto storico e scientifico. Per questo motivo la tecnologia può aiutarci in primis ad indagare la consistenza materica del reperto e successivamente a trovare soluzioni adeguate per la sua valorizzazione. Le nuove tecniche di documentazione, le
analisi di laboratorio, i sistemi per la fruizione del patrimonio forniscono sempre più una serie di dati utili al processo di rifunzionalizzazione dell’opera. L’utilizzo della tecnologia ha permesso di introdurre modalità di analisi sempre più precise e dettagliate sia nei procedimenti che nei risultati. E' interessante
quindi valutare come essa sia stata in grado modifi care gli sviluppi e studiare il suo impatto economico all’interno del processo di valorizzazione del bene.

Technological development of cultural heritage
Technology can help us fi rstly to investigate the material
consistency of the fi ndings and then to fi nd appropriate
solutions for its development. The new technical documentation,
laboratory testing, systems for the use of more heritage providing a range of useful data to the process of
reutilization of the work.


Parole chiave


tecnologie, heritage, beni culturali

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


BARRACCO M.(2009), Arte e tecnologia: la riproduzione dei bronzi di Riace1998 - 2009 in Il Quotidiano della Calabria, 16/02/2009. (www. napolinovantanove.org/progspec/prsp13.htm)

APPLE (2010) Con l’applicazione “Caravaggio” per iPhone e Touch il museo sta in un taschino in il sussidiario.net, 24/02/2010 (www.ilsussidiario.net/News/Hi-Tech/2010/2/24/APPLE-Con-l-applicazione-Caravaggio-per-iPhone-e-Touch-il-museo-sta-in-un-taschino/69181/).

CARLUCCI R. (2010), Nuove tecnologie che aiutano a conoscere (e a restaurare) il patrimonio culturale in Tafter – cultura e sviluppo, 02/03/2010 (www.tafter.it/)

CARLUCCI R. (2010a), Tecnologie GIS e Beni Culturali in Tafter – cultura e sviluppo, 04/02/2010 (www.tafter.it/)

PAOLINI P., DI BLAS N., ALONZO F.( 2005), ICT per i Beni Culturali/Esempi di applicazione in Mondo digitale, settembre, n. 3.

IL TEMPO (2010), Santa Cecilia a portata di mouse, 06/03/2010

(http://iltempo.ilsole24ore.com/spettacoli/2010/03/06/1134325-

santa_cecilia_portata_mouse.shtml).

Ministero per i Beni e le Attività Culturali (2009), Lu.Be.C. Digital

Technology 2009 - Beni Culturali, Tecnologia e Turismo tra diffusione della conoscenza e sviluppo economico, Innovazione e tecnologia: le nuove frontiere del MiBAC, Lucca, ottobre 2009.

Ministero per i Beni e le Attività Culturali (2007), D.M. 30 novembre 2007, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Commissione sulla Creatività e produzione di Cultura in Italia presieduta da Walter Santagata, Libro bianco sulla creatività, p. 26.


Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Aggiungi un commento