GEOPOI: la cartografia dell’ipertesto

Antonio Bottaro, Maurizio Rosina

Abstract


L’insieme delle informazioni distribuite nei milioni di sistemi informativi e di basi dati oggigiorno ha assunto il ruolo di un enorme ipertesto, grazie ai collegamenti ipertestuali (iperlink) attivi nell’ambito del World Wide Web, che permettono all’utente di spostarsi tra argomenti correlati,
indipendentemente dall’ordine in cui questi vengono presentati. Sinora il rivoluzionario concetto di ipertesto e di navigazione e fruizione delle informazioni tramite link è stato applicato estensivamente essenzialmente solo nell’ambito dei dati alfanumerici. Oramai, però, è noto che una elevatissima percentuale delle informazioni alfanumeriche mondiali sono in qualche modo riferibili/georiferibili al territorio. Molto dell’ipertesto è quindi georiferibile su di esso. Lungi dall’essere una mera operazione logica di mapping di dati, il georiferimento permette di inquadrare il dato alfanumerico in un nuovo ambiente, specializzato per navigazioni, ricerche e analisi su base territoriale. Il georiferimento arricchisce quindi il dato alfanumerico di ulteriore e nuova valenza, lo rivitalizza accrescendone la semantica. Inoltre mantenendo anche nel nuovo ambiente cartografico la logica degli iperlink, sarebbe agevole poter transitare dalla cartografia nell’ipertesto.


Parole chiave


GEOPOI; ipertesto; application server; framework

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.