Cartografia e modernità L’evoluzione dei paradigmi comunicativi

Fulvio Bernardini

Abstract


L’esperienza maturata nel campo cartografico durante la Seconda Guerra Mondiale è stata fondamentale per una nuova visione della disciplina. La guerra aveva infatti portato i geografi a dover ripensare le mappe per uso bellico che, abbandonate le problematiche legate alla loro produzione ed al loro aspetto grafico-artistico, dovevano essere
soprattutto altamente funzionali. Per comprendere dunque come ottenere mappe funzionali ad uno scopo specifico, molti geografi si sforzarono, negli anni seguenti, ad ideare modelli comunicativi che riuscissero a sintetizzare il processo soggiacente la trasmissione di un messaggio (da parte del cartografo) e la sua ricezione (da parte dell’utente).


Parole chiave


paradigmi comunicativi; mappe geografiche; telecartography

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.